Temperatura di Curie

Temperatura di transizione tra lo stato ferromagnetico e quello paramagnetico. 

In fisica, la Temperatura di Curie (TC), o punto di Curie, è il valore oltre il quale un materiale magnetico perde questa sua proprietà per diventare paramagnetico.  
Questo valore di temperatura prende il nome da Pierre Curie (1859-1906), che per primo ha mostrato la perdita di magnetismo al di sopra di una temperatura critica.  
 
Esempi di elementi e leghe ferromagnetiche e loro temperature di Curie: 

Materiale Temperatura di Curie
Fe 770°C
Co 1115°C
Ni 354°C
Gd 19°C
AlNiCo 850°C
Ferrite 450°C
Sm Cobalt 750 - 825°C
Nd-Fe-B 310 - 340°C

 

 

Esempi Applicativi

Acciaio — Transizioni di Fase

L'immagine riporta le trasformazioni energetiche di un campione di acciaio (SAE 107). Due transizioni di fase si sovrappongono a 751°C. L'aumento del flusso di calore registrato fino a 735°C è dovuto alla transizione di Curie (variazione delle proprietà magnetiche), il picco principale è dovuto alla variazione di struttura cristallina (da bcc a fcc). L'entalpia di questa variazione strutturale è pari a 63 J/g. La fusione è registrata a 1367°C (onset estrapolato) e avviene in due passaggi (picchi a 1395°C e 1471°C). Il calore latente di fusione misurato è pari a 268 J/g. (analisi eseguite con lo strumento DSC 404 F1 Pegasus

 

Ferro

Il flusso di calore per un campione di ferro è stato misurato tra temperatura ambiente e 1620°C. Il picco a  770°C è dovuto al cambio delle proprietà magnetiche del materiale (transizione di Curie). A 926°C e 1399°C, temperature di picco rispettivamente, avvengono due cambi di struttura cristallina. Questi valori di temperatura sono leggermente diversi da quelli riportati in letteratura [1], molto probabilmente a causa di impurità presenti nel campione. Il campione fonde a 1534°C (onset estrapolato) con un calore di fusione pari a 266 J/g, valore che si discosta da quello di letteratura per il ferro puro per meno del 1.5%. 

[1] Das Techniker Handbuch, Grundlagen und Anwendungen der Maschinenbau-Technik, 15. Auflage, Herausgeber Alfred Böge, Vieweg Verlag, 1999

 


Metodi Correlati

TGA