Qual è la differenza tra DSC e DTA?

Secondo lo standard DIN 51 007, l’analisi termica differenziale (DTA) è applicata per determinare le temperature caratteristiche di un materiale, mentre la calorimetria differenziale a scansione (DSC) consente in aggiunta di determinare i valori calorimetrici, quali il calore di fusione o di cristallizzazione. Le misure calorimetriche possono essere condotte con due tipi di calorimetro differenziale a scansione: quello a flusso di calore e quello a compensazione di potenza. Tutti i DSC NETZSCH sono strumenti a flusso di calore, e pertanto solo questo metodo è approfondito nelle seguenti sezioni.

Maggiori informazioni sul principio operativo della DSC a flusso di calore

Sia nella DTA che nella DSC a flusso di calore, il segnale inizialmente misurato è la differenza di temperature tra il campione e il riferimento, in µV (voltaggio termico). Nella DSC, questa differenza di temperature viene convertita in differenza di flusso di calore, espresso in mW, mediante un’apposita calibrazione. La DTA non consente questa conversione.