Vetro fosfato — Transizione Vetrosa, Variazioni Strutturali, Calore Specifico

La polvere finemente macinata di un vetro fosfato è stata studiata nell’intervallo tra la temperatura ambiente e i 1100°C. Come atteso per questo tipo di vetro, la transizione vetrosa è stata individuata a 483°C (punto medio). A 632°C si osserva un effetto esotermico dovuto, molto probabilmente, a variazioni strutturali nel materiale e/o nell’agglomerato delle particelle di polvere al di sopra del punto di rammollimento. L’ampia superficie della polvere si riduce causando un marcata rilascio di energia. Questo effetto energetico si sovrappone al valore reale del calore specifico reale tra i 600°C e i 900°C. (misurazione con DSC 404 F3 Pegasus®)

DSC 404 F3 Pegasus® – DSC ad alta temperatura

Il DSC 404 F3 Pegasus® (Calorimetro Differenziale a Scansione) offre alta flessibilità per ogni applicazione DSC e DTA (Analisi Termica Differenziale) applicazioni nei settori controllo-qualità e sviluppo prodotto. Sono disponibili diverse fornaci e sensori per un ampio intervallo di temperature (-150...2000°C). Sono possibili diverse implementazioni che rendono il sistema base cost-effective idoneo ad applicazioni più avanzate.