Contenuto di plastificante in una gomma — Evaporazione di un Plastificante

In condizioni standard di analisi, l’evaporazione di un plastificante a basso peso molecolare si sovrappone alla decomposizione della catena polimerica. È possibile separare gli eventi lavorando a pressione ridotta, abbassando cioè il punto di ebollizione del plastificante per promuoverne l’evaporazione anticipata. In questo modo è possibile determinarne accuratamente il contenuto in peso. (misurazione con TG 209 F1 Libra®)

TG 209 F1 Libra®

La flessibilità di analizzatore termogravimetrico lo rende capace di coprire ogni applicazione immaginabile, in un intervallo di temperatura esteso fino 1100°C. Il sistema è fornito già completo di alcune opzioni avanzate: BeFlat® permette la correzione automatica della linea di base, la velocità di riscaldamento fino a 200 K/min garantisce tempi di analisi più brevi, la fornace in ceramica anti-corrosione assicura l’analisi anche di polimeri fluorurati e clorurati, c-DTA® aggiunge informazioni sui processi endotermici ed esotermici nel campione.

TG 209 F3 Tarsus®

Questa termomicrobilancia di facile utilizzo è stata sviluppata in particolare per applicazioni di routine nel campo delle materie plastiche, ma trova la sua popolarità anche nell’industria chimica. Capace di operare fino 1000°C, questo strumento è l’ideale unità base e offre funzioni avanzate, come la brevettata c-DTA®, per la determinazione dei processi endotermici ed esotermici nel campione.