Analisi Termomeccanica (TMA)

Molti materiali subiscono variazioni delle proprie caratteristiche termomeccaniche durante un processo di riscaldamento o di raffreddamento. Ad esempio, le transizioni di fase, i processi di sinterizzazione o di rammollimento, possono essere concomitanti con l’espansione termica. L’analisi TMA può quindi fornire delle informazioni rilevanti legate alla composizione, alla struttura, alle condizioni di produzione o alle possibilità applicative di numerosi materiali. L’impiego degli strumenti per analisi termomeccaniche si estende dal controllo-qualità alla ricerca e sviluppo. Settori tipici spaziano dalle materie plastiche in generale, ad elastomeri, vernici, materiali compositi, adesivi, film e fibre, materiali ceramici e vetrosi, fino ai metalli.

L’Analisi Termomeccanica consente di monitorare le variazioni dimensionali di solidi, liquidi e paste in funzione della temperatura o del tempo e sotto l’effetto di una forza meccanica (DIN 51 005, ASTM E831, ASTM D696, ASTM D3386, ISO 11359 Parti 1-3). È una tecnica strettamente legata alla dilatometria (dilatometro verticale), che misura le variazioni di lunghezza dei campioni, ma sotto un carico trascurabile (p. e. DIN 51 045).

TMA 402 F1/F3 Hyperion® - Analizzatore Termomeccanico

Ciò che rende unico il TMA 402 F1/F3 Hyperion® è il concetto modulare delle fornaci intercambiabili, che consentono di coprire l’ampio intervallo di temperatura da -150°C a 1550°C. Inoltre, le fornaci sono compatibili con altri strumenti NETZSCH. È anche disponibile una vasta selezione di portacampioni e di altri possibili adattamenti. Il TMA 402 F1/F3 Hyperion® opera in un intervallo di forza ampio, senza pesi aggiunti, programmabile digitalmente da -3 N a 3 N.