Risultati di Calorimetria Differenziale a Scansione (DSC) precisi e affidabili per l’industria farmaceutica, alimentare e cosmetica

...grazie all’uso del DSC 204 F1 Nevio, il migliore calorimetro differenziale a scansione per la ricerca e sviluppo, la caratterizzazione dei materiali e il servizio di analisi conto terzi.

Lo strumento è progettato per il controllo di:

  • Temperature ed entalpie di fusione
  • Polimorfismo (capacità di una sostanza solida di esistere sotto diverse forme o strutture cristalline).
  • Temperature ed entalpie di cristallizzazione
  • Transizioni vetrose (caratteristica di aree o sostanze amorfe)
  • Interazioni solido-solido (es. tra ingredienti di una miscela fisica)
  • Diagrammi di fase
  • Purezza eutettica
  • Contenuto in grassi solidi  (Solid Fat Content, SFC)
  • Temperature ed entalpie di reazione
  • Calore specifico (cp)
  • Reazioni di cross-linking (curing)
  • Temperatura e tempo di induzione all’ossidazione (OIT isotermico e dinamico)

Caratteristiche del DSC 204 F1 Nevio:

Software di supporto attivo - AutoEvaluation e Identify

 

AutoEvaluation è la prima vera funzione automatica per l’elaborazione dei risultati di analisi termica. Algoritmi intelligenti permettono di rilevare e valutare gli effetti termici senza alcun intervento da parte dell’utente.
Identify è un software studiato per il riconoscimento e l’interpretazione delle curve mediante loro confronto con librerie. È in grado di gestire misure (anche quelle effettuate da un cliente), dati di letteratura e classi. Comprende già una vasta gamma di librerie, tra cui una contenente risultati relativi ai settori farmaceutico, alimentare e cosmetico.

Tutto pronto per il futuro: vari tipi di sensori

Il DSC 204 F1 Nevio può essere dotato di vari sensori e quindi adattato alle diverse esigenze applicative.

Eccellente sensibilità e alta risoluzione

Con un valore di oltre 160 mW/K, il DSC 204 F1 Nevio con sensore t vanta la migliore risposta all’Indio (Indium Respnse Ratio)  tra i dispositivi presenti sul mercato. Questo rapporto tra l’altezza e la larghezza del picco di fusione dell’Indio è un criterio ideale per descrivere le prestazioni di un sensore.

Identificazione automatica del vassoio porta-campioni

Lo strumento può essere dotato di sistema autocampionatore (ASC, opzionale) in grado di misurare fino a 192 campioni più 12 standard di calibrazione o crogioli vuoti. In caso di inserimento di un nuovo vassoio porta-campioni, il sistema riconosce automaticamente il vassoio e il relativo contenuto tramite un codice 2D stampato.
Inoltre, il dispositivo di perforazione opzionale fora i coperchi dei crogioli di alluminio poco prima dell’inizio di una determinata analisi.

Metodi di analisi indipendenti dallo strumento

I metodi di analisi (che possono includere non solo programmi di temperatura, ma anche la valutazione della curva risultante) sono applicabili e condivisibili su tutti i dispositivi dello stesso tipo e con configurazioni equivalenti. Questa funzione si rivela particolarmente vantaggiosa in caso di installazione di più DSC della linea Nevio (strumenti DSC 204 F1 o DSC 214) all’interno del laboratorio.

Raffreddamento efficiente ed economico

Nei settori farmaceutico, cosmetico e alimentare, la maggior parte degli strumenti DSC sono dotati di un sistema di raffreddamento meccanico (intracooler). Tuttavia, qualora siano necessarie temperature di avvio estremamente basse, è possibile collegare al DSC 204 F1 Nevio contemporaneamente anche un sistema refrigerante ad azoto liquido (LN2) . Il raffreddamento a LN2 sarà attivato automaticamente solo a temperature inferiori a -85 °C, in modo da ridurre sensibilmente il consumo di azoto liquido.

Il software Proteus® Protect soddisfa i requisiti della norma 21 CFR Parte 11.


Specifiche Tecniche

Specifiche Tecniche

(soggette a variazione)

  • Range temperatura (max):
    da -180°C a 700°C
  • Velocità di raffreddamento/riscaldamento max:
    200 K/min
  • Range misura (max):
    ± 750 mW
  • Accuratezza (entalpia):
    < 1%1)
  • Risoluzione TGA:
    n/d
  • Risposta all’Indio (*):
    > 160 mW/K2)
  • Sensori intercambiabili:
  • Opzioni di raffreddamento:
    Compressore pneumatico: da Ambiente a 700 °C
  • Aria compressa: da < 0 °C a 700 °C
  • Intracooler: da -85 °C a 600 °C
  • Azoto liquido: da -180 °C a 700 °C
  • Atmosfere di analisi:
    inerte, ossidante, statica e dinamica
  • Tenuta di gas/vuoto:
    tenuta di gas
  • Flussimetri elettronici  per gas protettivo e di analisi:
    3, integrati (da 0 a 250 ml/min)
  • ASC (autocampionatore):
    Sì (opzionale)
  • Software:
    min. Proteus® 8
  • Software  Avanzati(opzionale):
    Peak Separation (deconvoluzione picchi)
    Kinetics Neo (cinetica)
    Simulazioni termiche
  • Dimensioni (L x H x P) – incl. ASC, esclusi i collegamenti fisici:
    620 mm x 415 mm x 550 mm

 

1) sull’indio
2) uso dell’equazione pubblicata da B. Wunderlich, Thermal Analysis of Polymeric Materials, Springer (2005), pag. 346

Webcast

How Thermal Analysis Helps in the Pharmaceutical Development
An Intuitive Software to Facilitate Your Pharmaceutical Analysis NETZSCH Proteus