DSC 214 Polyma

La Soluzione per L’Efficiente Caratterizzazione dei Polimeri

Il Nuovo Pacchetto di Prodotti All-Inclusive per le Analisi DSC

Facile da usare, robusto, preciso, ottimizzato per l’uso quotidiano – queste sono le caratteristiche dell’innovativo DSC 214 Polyma.

Il design unico di questo strumento include tutto ciò che è necessario per condurre con successo le analisi DSC - indipendentemente dal fatto che l'utente sia principiante o esperto. In particolare, sono i due pacchetti software a definire dei nuovi standard: AutoEvaluation e Identify hanno il potenziale per rivoluzionare l'analisi DSC.

  • Nuovo pacchetto di prodotti 360° all-inclusive per la caratterizzazione dei polimeri
  • Preparazione dei campioni ancora più facile
  • Misure ed elaborazioni dei risultati automatiche

Il Primo DSC a Flusso di Calore per Rapidi Raffreddamenti

Il DSC 214 Polyma dispone di una fornace ovale integrata, a bassa massa termica (fornace Arena®), che permette di raggiungere velocità di riscaldamento e di raffreddamento fino a 500 K/min – valori mai raggiunti in precedenza in un DSC a flusso di calore. È quindi ora possibile programmare profili di temperatura che sono molto più simili alle reali condizioni di processo, se confrontati con le velocità di raffreddamento di 10 o 20 K/min, tipicamente applicate in precedenza.

Innovativa Tecnologia del Sensore

Il nuovo sensore Corona®, coperto da brevetto, è composto da un nucleo in nichel cromo e da un anello esterno in costantana. Entrambi i materiali sono saldati per diffusione. Questa struttura definisce una zona circolare ben definita, dove viene registrata la temperatura, sotto al crogiolo. Il risultato è l’aumento della riproducibilità delle misure – specialmente in combinazione con i nuovi crogioli Concavus®, a loro volta coperti da brevetto.

Combinando una fornace a bassissima massa termica (Arena®) con un sensore (Corona®) robusto e ad alta sensibilità, e un crogiolo (Concavus®) ottimizzato, il DSC 214 Polyma raggiunge delle prestazioni notevoli.

Notevoli sono le velocità di raffreddamento e riscaldamento raggiungibili – che consentono tra l’altro esperimenti di cristallizzazione isoterma – ma forse più descrittivo è il valore di Risposta al Picco dell’Indio (Indium Response Ratio), ossia il rapporto altezza-ampiezza a metà altezza relativo al picco di fusione dell’indio.

Ideal Combination of Furnace, Sensor and CrucibleIdeal Combination of Furnace, Sensor and Crucible

Un valore elevato descrive un picco non solo alto (alta sensibilità) ma anche stretto. Questo significa che è possibile misurare effetti termici molto deboli e, allo stesso tempo, separare facilmente picchi che si presentano in vicina successione.

Il DSC 214 Polyma ha una Risposta al Picco dell’indio pari a 100 mW/K – valore che non è solo sopra la media, ma decisamente il più alto mai pubblicato per uno strumento DSC.


Specifiche Tecniche

(soggette a variazione)

  • Range temperatura:
    da -170°C a 600°C
  • Controllo flusso dei gas:
    valvole di commutazione di 3 gas incluse
    MFC per 3 gas, opzionale
  • Risoluzione (tecnica):
    0.1 μW
  • Precisione entalpia:
    0,05%
  • Determinazione del calore specifico:
    Opzionale 
    Modulazione di temperatura:
    Opzionale
  • Atmosfere di gas:
    inerte, ossidante, statica e dinamica
  • Sistemi di raffreddamento opzionali:
    • aria compressa (da RT a 600°C)
    • IC40 (da -40°C a 600°C)
    • IC70 (da -70°C a 600°C)
    • LN2, controllato automaticamente
      (da -170°C a 600°C)
  • Risposta Picco Indio:
    > 100 mW/K
    (Relativo all’indio come materiale standard e nelle condizioni di misura tipiche per l’analisi dei polimeri) 
  • Velocità riscaldamento/raffreddamento:
    da 0.001 K/min a 500 K/min

Software

Proteus® 7.0: Il Software che Vi fa Risparmiare Tempo per Altre Attività

L’interfaccia utente semplificata, per l’impostazione delle analisi (SmartMode), la valutazione automatica delle curve premendo un tasto (AutoEvaluation), il programma per identificare curve di polimeri incogniti (Identify), sono tutte caratteristiche chiave che permettono al Software di farvi risparmiare tempo per altre attività. Anche gli utenti inesperti possono ottenere risultati rapidi, sicuri e significativi. Gli esperti di DSC possono in qualsiasi momento usare l' ExpertMode per sfruttare appieno le capacità del software Proteus®. I risultati ottenuti applicando AutoEvaluation possono essere rielaborati manualmente e i valori quindi ricalcolati, in modo che l’esperto possa sempre mantenere il controllo completo sul processo di valutazione delle curve. Il software Proteus® versione 7 – ideato appositamente per il DSC 214 Polyma – opera in ambiente Windows XP, Windows 7 o Windows 8.1. La licenza è fornita con lo strumento, ma il software può essere installato anche su altri computer.  

AutoEvaluation

AutoEvaluation è un software di nuovo sviluppo che permette di valutare – automaticamente o premendo un tasto - curve incognite di polimeri termoplastici, gomme e resine. AutoEvaluation analizza le curve DSC riconoscendo prima gli effetti termici chiave, come da esempio la transizione vetrosa o il picco di fusione, e quindi interpretando correttamente gli effetti secondari, come la ricristallizzazione, in una sequenza logica. Per la prima volta, gli utenti possono accedere alla conoscenza di esperti sotto forma di un intelligente algoritmo software.

Identify

Identify è uno strumento unico, che permette l’identificazione e l’interpretazione automatica delle curve con un semplice click. Questa parte del software è stata progettata per il riconoscimento dei materiali incogniti e per l’assicurazione qualità. I segnali valutati nelle curve DSC sono confrontati con il database integrato. In questo modo viene identificato il tipo di polimero. Questa confronto di database è unico nella tecnologia DSC. Il database contiene una libreria NETZSCH, per polimeri classici, che può essere estesa dall’utente aggiungendo le proprie miscele polimeriche. Criteri a discrezione dell’utente possono essere inoltre aggiunti per creare delle categorie. Per la prima volta è possibile comparare oggettivamente dei lotti di materiali – capacità rilevante per l’assicurazione qualità e l’analisi di difetti.

SmartMode

La nuova interfaccia software SmartMode, nata con il lancio del DSC 214 Polyma, è caratterizzata da una struttura chiara e da una navigazione standard, e si distingue per la facilità d’uso. Nel menù Wizards è possibile trovare una serie di metodi analitici predefiniti, che richiedono solo l’inserimento di pochi dati per far partire subito una misura, semplicemente premendo un tasto. È possibile anche combinare questi metodi tra loro. Tra Metodi Predefiniti ci sono quelli utili per l’analisi di tutti i più comuni polimeri, riportati nel poster NETZSCH “Thermal Properties of Polymers” . Il menù User Methods permette agli utenti di salvare i propri metodi, precedentemente usati, in modo da averli subito disponibili per nuove misure.

AutoCalibration

La calibrazione dello strumento è un prerequisito per delle corrette analisi DSC: assicura che lo strumento misuri entro dei parametri predefiniti. La procedura di calibrazione in sé, tuttavia, dovrebbe essere semplice, veloce e – idealmente – condotta assieme all’analisi. AutoCalibration è quindi la soluzione. Questa speciale caratteristica software presenta all’avvio i metodi di calibrazione predefiniti, per standard comuni, e prosegue non solo avviando le misure di calibrazione, ma anche analizzando – in maniera completamente automatica – i picchi di fusione e calcolando le curve di calibrazione, delle quali controlla anche la validità. AutoCalibration semplifica un lavoro di routine che richiederebbe altrimenti molto tempo.

Con questo prodotto potete usare i seguenti software:

Proteus® Software, Advanced Software


Accessori

Il DSC 214 Polyma può essere equipaggiato con diversi accessori ed estensioni per l’adattamento ottimale del sistema alle vostre richieste.

Diversi sistemi di raffreddamento possono essere usati per raffreddare il forno, fino a temperatura ambiente, mediante aria compressa o fino a -170°C, usando azoto liquido. I sistemi intracooler offrono un’alternativa economica al raffreddamento ad azoto liquido, rendendo possibile l’esecuzione di misure tra -40 e 600°C (IC40) o tra -70°C e 600°C (IC70).

Per studiare la stabilità ossidativa (OIT), il sistema di controllo del flusso di gas, MFC, programmato via software, per tre linee di gas è raccomandato.


Una vasta tipologia di crogioli (alluminio, rame, argento, platino, acciaio per applicazioni in pressione, ecc.) è disponibile per coprire praticamente tutte le applicazioni e i materiali. Per tutti i crogioli saldabili a freddo, da quelli in alluminio a quelli in acciaio a tenuta di pressione, esistono accessori intercambiabili da montare sulla pressa sigillante.

La scatola 3in1 (3in1 Box) viene fornita esclusivamente con i nuovi crogioli Concavus® NETZSCH. Questa confezione offre una protezione completa del contenuto durante il trasporto o la conservazione, permette il facile prelievo dei crogioli e predispone un sistema di archiviazione unico, per i crogioli usati nelle analisi concluse o pronti per le successive.

Le applicazioni di routine possono essere ulteriormente facilitate con l’autocampionatore (ASC) a 20 posizioni, per campioni e materiali di riferimento, anche contenuti in diversi tipi di crogiolo.

Questa tabella è troppo grande per essere visualizzata sul dispositivo.
Corgioli Standard in Alluminio per il DSC 214 Polyma
Materiale
(Purezza)
Range TempersturaDescrizioneDimensione/
Volume
NoteNumero d‘Ordine
Al (99.5)Max. 600°CCrogiolo Concavus® + coperchioø 5 mm, 30/40 μlSet di 96 croglioli e coperchi Concavus® nella 3in1 Box saldabili a freddo**DSC21400A66.010-00
Al (99.5)Max. 600°CCrogiolo Concavus®ø 5 mm, 30/40 μlSet di 96 crogioli Concavus® nella 3in1 BoxNGB814672
Al (99.5)Max. 600°CCrogiolo Concavus®Set di 96 coperchi Concavus® lidsNGB814673
Al (99.5)Max. 600°CCrogiolo + coperchioø 6 mm; 25/40 μl*Set di 100 pezzi, saldabili a freddo**6.239.2-64.5.00
Al (99.5)Max. 600°CCrogiolo + coperchioø 6 mm; 25/40 μl*Set di 500 pezzi, saldabili a freddo**6.239.2-64.51.00
Al (99.5)Max. 600°CCrogiolo + coperchio con foro tagliato a laser (50 μm)ø 6 mm; 40 μlSet di 100 pezzi, saldabili a freddo**6.239.2-64.8.00
Al (99.5)Max. 600°CCrogiolo + coperchio con foro tagliato a laser (50 μm)ø 6 mm; 40 μlSet di 500 pezzi, saldabili a freddo**6.239.2-64.81.00
Al (99.5)Max. 600°CCrogioloø 6.7mm; 85 μlSet di 100 pezziNGB810405
Al (99.5)Max. 600°CCoperchio100 pizzi, per NGB810405NGB810406


* Rovesciando i coperchi, si ottengono crogioli con volumi di 25 μl o 40 μl.
** La stessa pressa sigillante permette di chiudere tutti i crogioli standard in Al;  n. d’ordine 6.240.10-80.0.00A.

Downloads

Documentazione dell'applicazione

Documentazione dell'applicazione
Documentazione dell'applicazione

Die Eigenschaften von Polymeren beeinflussen sowohl ihre Verarbeitbarkeit als auch die Qualität der Endprodukte – dies umso mehr, je häufiger Recycling-Kunststoffe auch für Funktionsbauteile eingesetzt werden. Als Qualitätskennwert dient oft der Schmelzflussindex (MFI). Dessen Aussagekraft reicht jedoch nicht immer aus. Eine schnelle, leistungsfähige Alternative ist die Dynamische-Differenzkalorimetrie (DSC).

Documentazione dell'applicazione
Documentazione dell'applicazione

White paper

Cataloghi Accessori

Cataloghi Accessori

Accessories for Differential Scanning Calorimeters and Thermobalances

Brochure

Brochure

Brochure Applicative: "Thermoplastics, Thermoplastic Elastomers, Elastomers and Thermosets", 36 pagine (inglese)

Brochure

Brochure del prodotto: Calorimetria Differenziale a Scansione; Metodo, Tecnica, Applicazioni; 24 pagine (inglese)

Poster

Webcast

NETZSCH Webinar-Quality improvements in plastic parts through powerful thermo-analytical methods
NETZSCHWebinar-Characterization of Food
NETZSCH Webinar Composites 2015 EN
DSC Analysis of Polymers for Experienced Users
NETZSCH Webinar Understand the Properties of Polymer Compounds by Thermal Analysis
NETZSCH Webinar Fast and Precise Results for Polymer Characterization
Webinar Efficient Polymer Characterization
NETZSCH Webinar Filled Adhesives
NETZSCH Webinar Adept Adhesion
NETZSCH-WebinarKey Thermal Analysis Techniques for Battery Material Development and Testing
NETZSCH-Webinar DSC Analysis of Polymers Basics Applications
NETZSCH-WebinarThermal Analysis Methods Perfect for the Characterization of Wood-Plastic Composites
NETZSCH-Webinar Thermal Analysis Goes Green Applications in the Field of Renewable Energies
NETZSCH-Webinar Zlepov
NETZSCH-Webinar Siate Flessibili Analisi Termica
NETZSCH-Webinar Quality assurance in polymer recycling How do I maintain a stable product composition of a recyclate compoun
NETZSCH-Webinar - Failure analysis of injection moulded parts
NETZSCH-Webinar - Polymer Analysis made simple How state-of-the-art software Proteus helps you in your daily work

Potrebbe essere anche interessato a:

DSC 204 F1 Phoenix®

Con questo DSC (Calorimetro Differenziale a Scansione) all’avanguardia si possono ottenere elevatissime sensibilità e risoluzione. Inoltre si possono avere come accessori un autocampionatore (ASC), temperatura modulata (TM-DSC), ottimizzazione della line di base (BeFlat®), correzione delle resistenza termica e della costante di tempo (DSC-correction) accoppiamento a QMS e FTIR, estensione UV per foto-calorimetria.

DSC 204 HP Phoenix® – Calorimetro Differenziale a Scansione

Le misure DSC con pressioni di gas selezionabili permettono ulteriori possibilità per lo studio di reaioni chimiche, processi di vaporizzazione (ASTM E1782), adsorbimento e desorbimento, e studi di invecchiamento (ASTM E1858, ASTM D6186, ASTM E2009, ASTM D5483). Il DSC 204 HP Phoenix® (Calorimetro Differenziale a Scansione) è configurato per dette applicazioni.

Foto-DSC 204 F1 Phoenix®

Il Calorimetro Differenziale a Scansione Foto-DSC 204 F1 Phoenix® è la nostra risposta per l’analisi della reticolazione UV-indotta di resine, adesivi, vernici, rivestimenti e materiali dentari. Un ulteriore campo applicativo include lo studio degli effetti della luce sulla durata di prodotti quali alimenti, oli tecnici, grassi e lubrificanti.