DSC 3500 Sirius

DSC 3500 Sirius

Calorimetro Differenziale a Scansione

La soluzione economica per la caratterizzazione dei materiali

Il DSC 3500 Sirius unisce tecnologia avanzata e alta sensibilità in un sistema di misura robusto e facile da usare, per analisi in un intervallo di temperatura ampio, da -170°C a 600°C. Gli elementi principali della cella di misura del DSC 3500 Sirius sono la fornace in argento, con elemento riscaldante a lungo tempo di vita, e il robusto sensore monolitico, stabile e con risoluzione ottimale.

Per aumentare il numero di analisi giornaliere, è possibile equipaggiare lo strumento con il sistema autocampionatore (ASC), che permette di caricare fino a 20 campioni, anche in crogioli di diverso tipo e materiale.

Il design del DSC 3500 Sirius, progettato in Giappone, è pensato per operazioni di routine, tipiche del controllo qualità e dell’analisi dei guasti, e per la caratterizzazione dei materiali più vari, come tessuti tecnici, alimenti, imballaggi, polimeri, cosmetici e composti organici o inorganici.

Maggiori informazioni sul principio di funzionamento dei DSC a Flusso di Calore


Specifiche Tecniche

Specifiche Tecniche

(soggette a variazione)

  • Range temperatura:
    da -170°C a 600°C
  • Velocità di riscaldamento:
    da 0.001 K/min a 100 K/min
  • Velocità di raffreddamento:
    da 0.001 K/min a 100 K/min
    (a seconda della temperatura)
  • Sensore:
    sistema a flusso di calore
  • Range misura:
    ± 650 mW
  • Accuratezza temperatura:
    0.1 K
  • Accuratezza entalpia:
    in generale < 2%
  • Atmosfera:
    ossidante, inerte (statica, dinamica)
  • Autocampionatore (ASC)
    fino a 20 campioni e riferimenti (opzionale)

Software

Software

Il DSC 3500 Sirius opera con il Software Proteus® in ambiente Windows®. Il Software Proteus® include tutto ciò che serve per eseguire una misura e valutarne i dati risultanti. Attraverso la combinazione tra menu comprensibili e routine automatizzate, è stato creato uno strumento estremamente facile e che, allo stesso tempo, permette analisi sofisticate. Il software Proteus® è fornito con lo strumento e la sua licenza aperta consente l’installazione su più computer.

Caratteristiche DSC:

  • Determinazione delle temperature di onset, picco, flesso e fine
  • Ricerca automatica picchi
  • Entalpie di trasformazione: analisi delle aree dei picchi (entalpie) con linea di base selezionabile e analisi aree di picco parziali
  • Valutazione della cristallizzazione
  • Analisi completa della transizione vetrosa
  • Correzione automatica della linea di base
  • Determinazione del calore specifico
  • Modalità Tau-R®: tiene conto della constante di tempo e della resistenza termica dello strumento garantendo così dei picchi DSC più stretti e meglio risolti.
  • TM-DSC (modulazione di temperatura) opzionale: per la separazione degli effetti reversibili (termodinamica) e irreversibili (cinetica)

Potete usare il seguente software con questo prodotto:

Proteus® Software, Advanced Software 


Accessori

Accessori

The DSC 3500 Sirius può essere equipaggiato con diversi accessori ed estensioni per l’adattamento ottimale del sistema alle vostre richieste.

Diversi sistemi di raffreddamento possono essere usati per raffreddare la fornace fino a temperatura ambiente, mediante aria compressa. Con il sistema refrigerante ad azoto liquido è possibile estendere il campo di temperatura a partire da -170°C, per analisi sub-ambiente.

Il sistema intracooler IC40 offre un’alternativa economica al raffreddamento ad azoto liquido, rendendo possibile l’esecuzione di misure tra -40°C e 600°C. L’analogo ma più potente sistema IC70 permette velocità di raffreddamento maggiori e amplia l’intervallo di misura da -70°C e 600°C. Tutti i sistemi refrigeranti possono essere aggiunti al DSC 3500 Sirius successivamente.

Per studiare la stabilità ossidativa (es. tempo di induzione all’ossidazione, OIT), il DSC 3500 Sirius può essere equipaggiato con il sistema di controllo elettronico del flusso di gas (MFC) per tre linee di gas, programmato via software.

Questa tabella è troppo grande per essere visualizzata sul dispositivo.
Standard Crucibles Made of Aluminum for the DSC 3500 Sirius
Material
Temperature
Range (Max.)
Consisting ofDimension/
Volume
RemarksOrder Number
Al600°CCrucible + lidø 6 mm/
25/40 μl*
Set of 100/500 pcs,
cold weldable**

6.239.2-64.5.00/
6.239.2-64.51.00

Al600°CCrucible + lid
with laser-cut hole
(50 μm)
ø 6 mm/
40 μl
Set of 100/500 pcs,
cold weldable**
6.239.2-64.8.00/
6.239.2-64.81.00
Questa tabella è troppo grande per essere visualizzata sul dispositivo.

Crucibles for General and Special Applications – DSC 3500 Sirius
Material

Temperature
Range (Max.)
Consisting ofDimension/
Volume/Pressure
RemarksOrder Number
Al600°CConcavus®
pan + lid
ø 5mm/
30/40 μl
Set of 96 Concavus® pans and lids incl. 3in1 Box,
cold weldable*
DSC21400A66.010-00
Cu600°CCrucibleø 6 mm/
25/40 μl
For OIT measurements according to
ASTM D3895,
Set of 25
6.239.2.-64.6.00
CrNi steel250°CCrucible + lid + elastomer seal120 μl/
20 bar
Set of 25 pieces6.240.1-68.1.00
CrNi steel500°CCrucible + lid, gold-plated surface, reusableø 6mm/
27 μl/
max. 100 bar
10 crucibles + 50 Au sealing disks***6.239.2-92.31.00
CrNi steel500°CCrucible + lid, gold-plated surface, reusableø 6mm/
100 μl/
max. 100 bar
1 crucible + 5 Au sealing disks***6.239.2-92.8.00
Titanium500°CCrucible + lid, reusableø 6 mm/
27 μl/
max. 100 bar
1 crucible + 5 Au sealing disks***6.239.2-92.6.00
Titanium500°CCrucible + lid, reusableø 6 mm/
100 μl/
max. 100 bar
1 crucible + 5 Au sealing disks***6.239.2-92.9.00
Al2O31700°CCrucibleø 6.8 mm/
85 μl
GB399972
Al2O31700°CLid
For GB399972GB399973
Pt/Rh1700°CCrucibleø 6.8 mm/
85 μl
GB399205
Pt/Rh1700°CCrucibleø 6.8 mm/
190 μl
NGB801556
Pt/Rh1700°CLidFor GB399205 and NGB801556GB399860

* Rovesciando i coperchi, si ottengono crogioli con volumi di 25 μl o 40 μl.
** La stessa pressa sigillante permette di chiudere tutti i crogioli standard in Al;  N. d’ordine 6.240.10-80.0.00A.
*** Richiesta speciale pressa sigillante N. 6.239.2-92.

Altri tipi di crogiolo  e numero di pezzi per confezione disponili su richiesta.

Letteratura

Letteratura

Brochure

Brochure

Brochure Applicative: "Research and Development - Substances, Components, Quality Control and Process, Extrusion, Injection Molding, Coating, Quality Assurance - Finished Goods, Material Properties and Main Measuring Methods", 8 pagine (inglese)

Brochure

Product brochure: Differential Scanning Calorimetry; Methods, Technique, Applications, 12 pages

Brochure

Poster

Potrebbe essere anche interessato a:

DSC 204 F1 Phoenix®

Con questo DSC (Calorimetro Differenziale a Scansione) all’avanguardia si possono ottenere elevatissime sensibilità e risoluzione. Inoltre si possono avere come accessori un autocampionatore (ASC), temperatura modulata (TM-DSC), ottimizzazione della line di base (BeFlat®), correzione delle resistenza termica e della costante di tempo (DSC-correction) accoppiamento a QMS e FTIR, estensione UV per foto-calorimetria.

DSC 204 HP Phoenix® – Calorimetro Differenziale a Scansione

Le misure DSC con pressioni di gas selezionabili permettono ulteriori possibilità per lo studio di reaioni chimiche, processi di vaporizzazione (ASTM E1782), adsorbimento e desorbimento, e studi di invecchiamento (ASTM E1858, ASTM D6186, ASTM E2009, ASTM D5483). Il DSC 204 HP Phoenix® (Calorimetro Differenziale a Scansione) è configurato per dette applicazioni.

TG 209 F3 Tarsus®

Questa termomicrobilancia di facile utilizzo è stata sviluppata in particolare per applicazioni di routine nel campo delle materie plastiche, ma trova la sua popolarità anche nell’industria chimica. Capace di operare fino 1000°C, questo strumento è l’ideale unità base e offre funzioni avanzate, come la brevettata c-DTA®, per la determinazione dei processi endotermici ed esotermici nel campione.

DSC 214 Polyma – Calorimetro Differenziale a Scansione

Il DSC 214 Polyma è una soluzione potente, in termini sia hardware che software, per le esigenze analitiche quotidiane. Di facile uso, garantisce allo stesso tempo un’assoluta affidabilità, proponendosi come il DSC innovativo e ideale per la ricerca e sviluppo, per il controllo qualità e per le analisi di difetti dei materiali polimerici.